Una solitudine troppo rumorosa di Bohumil Hrabal

Standard

Una solitudine troppo rumorosaIn un lurido sotterraneo di Praga, Hanta lavora per trentacinque anni con una pressa meccanica per macinare e ridurre in poltiglia tonnellate di carta straccia: allo stesso modo, Hrabal descrive questo sforzo impietoso servendosi di periodi via via sempre più contorti, rendendo il lettore partecipe della progressiva strettoia cui va incontro la vita del suo protagonista.

D’altro canto, la lunghezza dei paragrafi e i punti che non conducono mai a capo, se non al capitolo successivo, non fanno che immergerci nel turbinare di fogli che avvolge Hanta, gli scarti che lui ha il compito di sottrarre ai topi e alle mosche perché vengano smaltiti: il lettore non può fare a meno di vestire i suoi panni e guardare con i suoi occhi il tesoro celato in mezzo a tanta immondizia.

Stralci della migliore letteratura capitano infatti sotto l’occhio di Hanta, il quale, lungi dal farsi sedurre dal fascino dell’enciclopedismo, si cura soltanto del frammento e di volta in volta rumina dentro di sé la bellezza di quelle poche parole, facendosi pressa umana, tramutando in passione il proprio lavoro e trasformando la spazzatura in opera d’arte, incastonando sulle facce dei cubi di carta le stampe che altre mani hanno strappato, le pagine che altri hanno accartocciato.

Attraverso la vicenda paradossale del suo protagonista (e un elogio del frammento letterario che avrebbe senz’altro deliziato Roland Barthes), Bohumil Hrabal ci mostra come la cultura sia riemersa dai rottami della guerra solo per andare incontro alla sciagura del progresso tecnico disumanizzante e del consumismo: un bombardamento di segni che è vitale non subire in maniera passiva, senza sporcarsi le mani, per non condannarci a vivere una solitudine troppo rumorosa.

Annunci

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...