Spoiler is coming

Standard

no-look spoiler

Con la stagione appena conclusa, Game of Thrones sembra aver innescato in maniera definitiva quel processo di desatellizzazione da A Song of Ice and Fire che finalmente ne precisa la natura, definendosi non più (se mai lo è stata) come la trasposizione televisiva della saga di George R. R. Martin, ma come un racconto seriale che da essa trae solo lo spunto.

A dire il vero, già nelle scorse annate era stato possibile individuare delle divergenze fra le due narrazioni, differenze più o meno significative che inizialmente parevano riconducibili a questioni di adattamento nel passaggio da un medium all’altro e che in seguito si sono rivelate il frutto delle scelte (quasi sempre opinabili) operate dai due showrunner, David Benioff e D.B. Weiss, i quali – è bene ribadirlo – non solo conoscono a grandi linee la conclusione della storia, ma godono di una pressoché totale autonomia di intervento sull’originario materiale narrativo. Martin, pur scrivendo un episodio all’anno, non è che un semplice consulente.

Inevitabilmente, con il progredire e il complicarsi della storia, i cambiamenti apportati dagli autori televisivi hanno finito per generare il cosiddetto “effetto farfalla“, piccole difformità che conducono a conseguenze di portata imprevista. Fino alla quarta stagione, tuttavia, le modifiche operate sono state perlopiù all’insegna della semplificazione (con un conseguente, notevole impoverimento della qualità del racconto) e laddove sono state introdotte delle novità lo stravolgimento da queste causato non ha comunque spostato l’orizzonte della narrazione.

Personaggi ed eventi del tutto inventati non hanno infatti sortito il medesimo effetto di questa scena, con cui si è concluso il quarto episodio della quarta stagione, “Oathkeeper“:

Per la prima volta dopo quattro anni, guardando la serie i lettori non si sono trovati difronte all’ennesima variazione rispetto al libro, ma a quella che a tutti gli effetti rappresenta una vera e propria anticipazione su quanto il libro ha ancora da raccontare. Pur non riuscendo ancora ad appurarne il rilievo per gli sviluppi futuri, questa scena segna senza dubbio il definitivo distacco fra le due opere, che vanno d’ora in poi considerate come distinte, soprattutto perché la serie televisiva ha ormai in gran parte coperto gli eventi fin qui narrati su carta.

Si profila, perciò, all’orizzonte uno scenario tanto inedito quanto complesso. Davvero la Bantam Books (editore di Martin negli Stati Uniti) consentirà ad HBO di svelare anzitempo l’intreccio di una delle sue saghe di punta, anticipandone persino il gran finale? Come riusciranno Benioff e Weiss a gestire questo salto nel buio? E, soprattutto, come si comporteranno i lettori davanti a questo bivio? Data la progettazione a lunga scadenza che casa editrice ed emittente televisiva avranno certamente stabilito, non c’è che dubbio che saranno proprio loro a subire la sorte peggiore.

Se infatti Game of Thrones confermerà l’andazzo delle ultime stagioni, ovvero quello di puntare tutto sulla qualità del comparto tecnico e dell’impatto visivo, spiattellando uno dopo l’altro gli eventi salienti della trama con scarsissimo riguardo per l’intreccio, il lettore rischia di vedere vanificato il lavoro immaginativo di anni, con buona pace del coinvolgimento emotivo e della complessità della rappresentazione che Martin è così abile a ricreare. Se, invece, proverà a chiudere gli occhi, abbandonando la serie televisiva e aspettando paziente l’uscita non proprio puntualissima dei libri, andrà comunque incontro a un infido assedio, con l’eco dei più avvincenti colpi di scena in agguato dietro ad ogni pagina della rete, dietro ad ogni commento sui social network.

In un caso o nell’altro, per tutti gli appassionati di A Song of Ice and Fire è in arrivo davvero un periodaccio. Meglio allora essere preparati, Spoiler is coming…

Annunci

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...