La dedica più adorabile di tutti i tempi

Standard

Le dediche dei libri sono noiose? Parlo di quelle scelte dagli autori stessi. Sì, è vero, aprono una finestrella in più sul loro mondo, talvolta persino per una sbirciatina alla loro vita extraletteraria, ma quante volte sono davvero comprensibili?

Si tratta, perlopiù, di riferimenti impliciti (del tipo “A te, tu sai perché”) o, in un altro senso, vaghi (“A mio zio”), opachi per molti, tanto da risultare nella maggior parte dei casi anonimi ai più, pur presentando l’indicazione precisa di un nome e un cognome.

Che, per quanto ci riguarda, potrebbero essere tranquillamente inventati.

Sarebbe in effetti fantastico. Eppure (forse) nessuno si è ancora spinto a tanto, dal momento che la dedica rappresenta, per certi versi, un momento del tutto estraneo all’opera e al processo creativo che l’ha prodotta.

Ma, allora, che razza di genio ha partorito questa?

per me, ciccino mio

Già dalla prima riga, prima ancora di iniziare la lettura vera e propria, capisci che La schiuma dei giorni non sarà un libro come gli altri e che Boris Vian, il suo autore, dev’essere un tipo del tutto particolare… Dedica ed esergo insieme, queste parole schiudono il tono scorretto e surreale del racconto che le segue.

Una dedica a se stessi! Dove si era mai vista? Il vezzeggiativo dell’apposizione suggerirebbe una dichiarata autoironia, da liquidare con una risata prima di voltare pagina; ma quella virgola, la formalità di quella virgola, non instilla il dubbio che il confine non sia poi così netto e che forse, dico forse, Vian abbia voluto dire proprio ciò che ha scritto?

Davvero impagabile.

Annunci

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...