Momenti di trascurabile felicità di F. Piccolo

Standard

Momenti di trascurabile felicitàForse sono io, visto che è il secondo libro di fila che manco. Oppure, dipende dalle aspettative create dalla quarta di copertina, il che in fondo è la stessa cosa. Fatto sta che questa lettura si è rivelata meno divertente del previsto.

Si legge facilmente questo simpatico opuscolo in cui Francesco Piccolo prova ad elencare le minute circostanze del quotidiano che ci cagionano una gioia tanto intima da rimanere talvolta segreta e persino inespressa. Purtroppo, però, sono aneddoti che di rado hanno intercettato la mia esperienza ed è magari per questo che non ne ho apprezzato appieno la lettura.

Cosa ne traggo, comunque? (Ogni lettura ha la sua intrinseca utilità). Un senso della scrittura come svelamento di sé (e della propria epoca), per far emergere la verità di quanto si vive piuttosto che edulcorarla con belle parole che per renderlo politicamente corretto finiscono per svuotarlo.

A seconda dei casi, si può ottenere l’effetto di una certa nudità (tanto più disagevole quanto più vicini ci sono coloro che ci leggono) e il rischio del fraintendimento sempre dietro l’angolo: ciò che scriviamo può essere preso come l’assoluto su di noi, anche quando ci muoviamo nell’ambito della finzione (è quanto accade all’autore a proposito del suo rapporto con gli ombrelli).

Annunci

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...