Il giorno che non arriverà mai abbastanza presto

Standard

Il momento è imminente, cresce l’attesa.

I mesi sono diventati settimane, le settimane giorni e ora di giorni ne mancano soltanto tre…

Sabato è il grande giorno, il giorno che non arriverà mai abbastanza presto:

THE DAY OF THE DOCTOR.

The Day

Doctor Who festeggia il suo cinquantenario con un episodio speciale che per l’occasione, udite udite, andrà in onda in contemporanea mondiale. Sì, mondiale: per una volta, grazie a RAI 4, potremo seguire in diretta (anche se già ridoppiata) una delle nostre serie tv preferite.

Cinquant’anni, vi rendete conto? Una narrazione così longeva da attraversare generazioni di appassionati (e undici rigenerazioni di dottori!), un universo dalla ricchezza immaginativa smisurata, aperto a numerosi richiami e a continue ricombinazioni, un’incredibile avventura nello spazio e nel tempo insieme a lui, un alieno quasi millenario, l’ultimo dei Signori del Tempo, “a mad man with a box”, “the oncoming storm”, “the good man”… The Doctor!

Steven Moffat gongola. Ma vi rendete conto? Da bambino fantasticava insieme al suo eroe preferito e ora non solo ne dirige e orchestra il racconto, ma ne arricchisce anche la mitologia. Che sogno!

Sono tanti i motivi che renderanno davvero speciale The Day of the Doctor. Saluteremo Matt Smith, l’undicesima incarnazione del Dottore, ma lo faremo alla grande, perché per la prima volta lo vedremo interagire con il suo predecessore, interpretato da David Tennant. E come se questa coppia di assi non bastasse, incontreremo altri vecchi volti dell’eroe e ne conosceremo il lato oscuro, l’identità finora rimossa che avrà i connotati di John Hurt… hype!

Non resta che attendere. Se siete in grado di controllare la vostra salivazione, di seguito trovate i due trailer rilasciati dalla BBC.

Infine, una piccola chicca, il mini episodio che funge da prequel allo speciale di sabato. Ha un protagonista inatteso quanto la rivelazione finale ed è zeppo di citazioni ed inside jokes, ma soprattutto rappresenta un raro caso di connessione diretta tra le avventure “classiche” del Dottore e il racconto ripreso nel 2005. Si intitola The Night of the Doctor.

Annunci

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...